skip to Main Content
Menù

4DOITaly per le Ortesi

Nel campo ortopedico definiamo le ortesi come una apparecchiatura medica, detta tutore, necessaria al trattamento di alcune patologie.

Le ortesi sono strumenti esterni che aiutano il paziente nello svolgimento di compiti semplici proteggendolo al contempo da urti esterni.
Adoperiamo le ortesi in un vastissimo campo di patologie e la personalizzazione delle stesse è altamente necessaria.

Nel campo traumatologico la realizzazione delle ortesi richiede spesso una fine progettazione e caratteristiche meccaniche studiate per singola patologia e per singolo paziente.

Sono Riccardo Prezioso e sono un medico professionista che si occupa della realizzazione di Protesi ed Ortesi al alto grado di personalizzazione.

Con il mio gruppo di collaboratori, grazie alla modellazione in 3D, riusciamo a realizzare ortesi che possano venire incontro alle esigenze di tutti i pazienti.

Ci dedichiamo principalmente a pazienti con patologie rare o a pazienti che necessitano la riacquisizione di uno schema motorio predefinito.

Grazie a 4DOITaly abbiamo avuto la possibilità di dedicarci maggiormente al lato progettuale di questi ausili migliorandone di molto la qualità e riducendo di molto i tempi di realizzazione.

Riccardo-prezioso2t
Figura 1 - Riccardo Prezioso con protesi stampate 3D

Personalizzazione

La personalizzazione nell’ambito delle Ortesi è fondamentale perché ogni singola patologia, sia in campo ortopedico che in campo reumatologico, va trattata con dedizione e delicatezza.

L’alto grado di personalizzazione che riusciamo a raggiungere è possibile grazie all’utilizzo di file estrapolati da scansioni di TC o Risonanze Magnetiche.

Grazie a queste metodiche e grazie all’utilizzo degli scanner 3D creiamo ortesi con un matching del 100% rispetto alla struttura del paziente.

Un esempio concreto è stata la realizzazione di gusci protettivi per un paziente di 16 anni affetto da epidermolisi bollosa. Tale malattia impone al paziente di mantenere le mani perennemente protette perché  qualsiasi urto comporta  un forte danno per la cute del paziente stesso. In aggiunta a ciò, essendo che tale patologia coinvolge anche le cartilagini, si è cercato di proteggere le articolazioni della mano da qualsiasi tipo di stress.

L’ortesi che abbiamo realizzato è stata appositamente stampata con materiali biocompatibili e ultraleggeri che possono rimanere a contatto con la pelle del paziente garantendo un’ottima protezione.

Abbiamo utilizzato inoltre materiali che sono compatibili sia con la magnetoterapia e sia con le metodiche di diagnostica più usate TC e RMN. Questo è dovuto al fatto che i materiali da noi utilizzati sono radiotrasparenti e non interferiscono con le apparecchiature di radio diagnosi.

L’utilizzo della 4Print è stato davvero un  grande passo in avanti.

Grazie a questa nuova stampante abbiamo incrementato di molto la precisione di stampa e la finitura delle nostre ortesi.

Ci ha permesso inoltre di ridurre di molto i tempi di produzione per ogni singolo ausilio. Di fatto la 4Printi, essendo completamente autonoma, ci consente di inviarle il file da stampare senza la necessità di dover settare e calibrare ogni volta la stampante.

Questo ha permesso di poterci concentrare maggiormente sulla progettazione dell’ortesi e di perdere meno tempo nell’ottimizzazione manuale della stampa 3D.

protesi-ortesit
Figura 2 – Ortesi personalizzate per i clienti stampate in 3D

Riduzione tempo da mesi a ore

La riduzione del tempo di realizzazione di alcuni tipi di ortesi è uno dei punti chiave che la 4Printi ci ha permesso di rispettare.

Le ortesi, realizzate su misura partendo da scansioni 3D accurate come la RMN, vengono elaborate dal nostro software e inviate direttamente alla stampante.

La stampante, generando automaticamente i supporti e provvedendo ai settaggi in maniera autonoma, ci ha permesso di risparmiare gran parte del tempo che prima dedicavamo alle nostre vecchie stampanti.

In alcuni casi invece è proprio la tecnologia 3D a poterci permette la creazione di ausili altrimenti non realizzabili. Le tecniche convenzionali di termoformazione dei materiali plastici non possono essere usate su tutti i pazienti. Come dicevo prima, nel paziente con epidermolisi bollosa qualsiasi contatto con un materiale esterno tende a causare danno alle mani del paziente.

Ragion per cui la tecnologia di stampa 3D e di scansione 3D ci vengono incontro.

I tempi di realizzazione si riducono in maniera significativa anche perché l’ausilio non va provato, modificato e riprovato sul paziente. Grazie all’altissima precisione possiamo consegnare un prodotto finito già dopo il primo incontro.

“Grazie alla stampa 3D riesco a ridurre nel mio lavoro, la produzione delle ortesi personalizzate, il tempo di oltre il 95%”
4PRINT-in-fase-di-stampa-componente
Figura 4- 4PRINT in fase di stampa componente

Componenti macchine

Di norma per i componenti di sostituzione o upgrade dei macchinari che usiamo necessitano di essere prodotti in serie. Ciò richiede lunghe attese da parte dei fornitori, ma soprattutto non si può chiedere un componente singolo ma bensì un quantitativo minimo di ordine dalle decine di unità alle centinaia. Motivo per cui spesso per la rottura di un piccolo componente potrebbe compromettere il funzionamento del macchinario stesso. Ne consegue quindi che, in questa frazione di tempo, non può essere utilizzato.

Abbiamo quindi effettuato upgrades e personalizzazioni di molti macchinari in base alle richieste del singolo specialista. L’interfaccia migliore operatore-macchina ha conseguentemente migliorato la praticità di utilizzo della stessa.

Grazie alla 4PRINT possiamo produrre direttamente nella nostra sede le migliorie che necessitiamo sul momento e, grazie alla sua immediatezza nell’utilizzo, diventa un’esperienza semplice e concreta, riducendo settimane in poche ore.

componente32
Figura 5 - Componente sostituzione lettino
componente33
Figura 6 - Porta siringhe con aggancio di sicurezza

Costi

In termini di costi possiamo fare una analisi sotto due punti di vista:

  • Il costo del tempo necessario a mantenere attiva una stampante non autonoma.
  • Il guadagno che si ha ottimizzando tempi, materiali e qualità di stampa professionale.

La 4Print, grazie al suo software, riesce a gestire al meglio il progetto inviatole tramite wi-fi e solleva l’operatore dal perdere ore nella calibrazione della stampante stessa. Posso quindi permettermi di dedicare più tempo e risorse ad altri campi, senza che ci sia la necessità di dover essere affiancato da un operatore di macchina.

Inoltre, ottenendo stampe qualitativamente superiori, abbiamo conseguentemente migliorato le ortesi che adesso sono adatte ad un uso continuativo.

I materiali speciali utilizzabili con la 4Printi possono garantire massima leggerezza, alta resistenza e biocompatibilità.

Quindi anche i colleghi che non conoscono il mondo della stampante 3D  sono in grado di poter produrre ausili in autonomia e possono gestire materiali tecnici senza aver bisogno di nessuna conoscenza in merito.

componente2t
Figura 7- Ambulatorio in cui la 4PRINT viene utilizzata

Perché la 4PRINT?

L’avvento della tecnologia di stampa 3D ha permesso a tutti di poter stampare. Ma solo in pochi sono capaci di poter sfruttare queste macchine in modo professionale. Servono mesi di studio e pratica e spesso noi medici non abbiamo tutto questo tempo a disposizione.

Serviva perciò qualcosa di pronto all’uso. Qualcosa che garantisse ogni volta una stampa perfetta senza dover ritentare la stampa decine di volte.

La 4Print fa tutto questo!

presentazione 4print
Figura 5- 4PRINT con filamenti e software

Sei interessato a sapere come la stampa 3D può aiutare la tua azienda? Clicca e scopri più nello specifico la potenza della 4PRINT per il tuo business e chiedi un preventivo specifico per te.

Back To Top
Cerca